EsservicesConsulenza ad enti ed imprese.
Norme Regionali

Disciplina delle attività di vigilanza su opere e costruzioni in zone sismiche - DGR 1271/2013

diTiziana Limonet
11 agosto 2013
E' stata pubblicata sul sito della Regione la delibera della Giunta n. 1271 del 02.08.2013 ad oggetto: "Approvazione delle prime disposizioni attuative di cui all’art. 3 comma 3, della legge regionale 31 luglio 2012, n. 23 “disciplina delle attività di vigilanza su opere e costruzioni in zone sismiche".

 

STRALCIO

DELIBERA
1. di approvare le prime disposizioni attuative della legge regionale 31 luglio 2012, n. 23 “Disciplina delle attività di vigilanza su opere e costruzioni in zone sismiche”, relative a quanto disposto dall’articolo 3, comma 3, della legge, come riportate nel documento allegato alla presente deliberazione che ne costituisce parte integrante, ed in particolare:
Allegato 1: comma 3, lettera a): nuova classificazione delle zone sismiche del territorio regionale;
Allegato 2: comma 3, lettera c): edifici di interesse strategico e opere infrastrutturali la cui funzionalità, durante gli eventi sismici, assume rilievo fondamentale per le finalità di protezione civile, nonché edifici e opere che possono assumere rilevanza in relazione alle conseguenze di un eventuale collasso;
Allegato 3: comma 3, lettera d): modalità di effettuazione del controllo a campione dei progetti previsto dall’articolo 8 e modalità di presentazione e trasmissione dei progetti;
Allegato 4: comma 3, lettera e): indirizzi per individuare gli interventi privi di rilevanza ai fini della pubblica incolumità, in conformità al d. p.r. 380/2001;
Allegato 5: comma 3, lettera f): criteri generali per individuare i casi in cui le varianti riguardanti parti strutturali non rivestono, ai fini di cui alla l. r. 23/2012, carattere sostanziale, nonché la documentazione con cui dimostrare la ricorrenza di tale ipotesi;
Allegato 6: comma 3, lettera g): documentazione tecnica necessaria all’avvio degli interventi di cui all’articolo 2, commi 1 e 2, compresi i contenuti della scheda informativa di cui all’articolo 7, comma 3;

2. di demandare ad apposite circolari esplicative del competente dirigente ulteriori eventuali precisazioni tecniche e procedurali relative a quanto sopra deliberato;

3. di stabilire che le disposizioni delle deliberazioni della Giunta regionale 5130/2003 e 2182/2006 sono abrogate e sostituite dalle disposizioni di cui alla presente deliberazione, fatte salve le parti non in contrasto con la medesima e precisamente il punto 6) della DGR 5130/2003 e il punto 11) della DGR 2182/2006 con il quale si precisa che l’avvenuto deposito della denuncia, presentata ai sensi dell’art. 7 della l. r. 23/2012, costituisce titolo sufficiente per l’avvio dei lavori delle opere denunciate, fermo restando in capo al committente l’obbligo dell’acquisizione dei titoli abilitativi dell’intervento;

4. di stabilire che, in attesa della definizione e dell’entrata in funzione dello strumento informatico di supporto alla presentazione in via telematica e in formato elettronico della documentazione progettuale di cui alla lettera g) dell’articolo 3, comma 3, della l. r. 23/2012, la medesima documentazione venga depositata in forma cartacea e in triplice copia presso i competenti uffici dei singoli Comuni, che potranno così procedere ad effettuare le attività di competenza di cui all’articolo 7, commi 2 e 3, della l. r. 23/2012, in particolare con l’invio nei tempi previsti della scheda informativa alla competente struttura regionale ai fini delle procedure di controllo di cui all’art. 8 ed alla gestione e aggiornamento dei registri delle denunce, fermo restando la responsabilità in capo ai Comuni medesimi del controllo in merito all’avvio delle opere strutturali oggetto di deposito;

5. di stabilire che la presente deliberazione sia trasmessa agli Enti locali della Regione della Valle d’Aosta e agli Ordini e Collegi professionali competenti in materia;

6. di disporre la pubblicazione – per estratto - della presente deliberazione e del relativo allegato nel Bollettino Ufficiale della Regione come previsto dall’articolo 3, comma 4, della l. r. 23/2012.

Per leggere l'articolo off-line puoi scaricare il file in formato acrobat

Download articolo
EssPress - testata giornalistica della Valle d'Aosta, Loc Grande Charrière, 46 - 11020 Saint-Christophe (AO)
Tel +39 016544590 - Fax +39 0165516900 - Reg.Trib. Aosta 1/2013 - PI 01077330072
Direttore Responsabile Giovanni Sandri